Federazione Internazionale Sci Federazione Internazionale Sci FISI FISI Comitato Alpi Centrali CONI Lombardia Federazione Italiana Sport Invernali Paralimpici


Homepage
Comitato provinciale
Giudici di gara
News
Iscriviti alla mailing list
 
 
 
 
 
 
 
 
 
     
 

News
Archivio news stagione corrente:
2017/2018: lug| ago| set| ott| nov| dic| gen| feb| mar| apr| mag| giu
Archivio news stagioni precedenti

19/11/2017
Pagina L' Eco di Bergamo

- Scarica l'allegato 1

19/11/2017
Vittozzi decima e Wierer 12sima nella sprint femminile di Sjusjoen, successo a Herrmann. Ottimo Hofer nella gara mschile, quarto, vince Fourcade

Positivo test per le azzurre nella sprint femminile di Sjusjoen che vedeva al via praticamente tutte le protagoniste principali del circuito di Coppa del mondo, ad eccezione di Laua Dahlmeier, Gabriela Koukalova e Kaisa Makarainen. Il successo è andato alla tedesca Denise Herrmann, la qualche ha concluso i 7,5 km in programma con il tempo di 20'52"1 ed un errore al poligono. Alle sue spalle la bielorussa Nadezhda Skardino a 8"7 senza errori, terza l'altrta bielorussa Iryna Kryuko a 22"6 sempre senza errore. Buona la performance di Lisa Vittozzi, decima senza errori al poligono e con un ritardo di 48"9, mentre Dorothea Wierer (vittima nei giorni scorsi di un attacco influenzale) è finita dodicesima con un errore nella serie in piedi, Alexia Runggaldier trentottesima a 1'57" senza errori e Federica Sanfilippo sessantesima a 2'59"7 con due errori equamente divisi. 

Ottimo comportamento degli italiani anche nella sprint maschile disputata sono una fitta nevicata e dominata come da prassi dal francese Martin Fourcade che pare avere superato il periodo di appannamento accusato durante la preparazione estiva. Il francese ha sparato con grande precisione, tagliando il traguardo in 24'20"1, alle sue spalle i norvegesi Erlend Bjoentegaard a 13"2 e Johannes Boe a 27"6, con Lukas Hofer quarto a meno di 3" dal podio senza errori al poligono e Dominik Windisch undicesimo con un errore. Buono anche il ventunesimo osto senza errori di Thomas Bormolini. Domenica 19 novembre seconda giornata di competizioni con le mass start. 

Ordine d'arrivo sprint femminile Sjusjoen (Nor):
1. Denise Herrmann (Ger) 1 20'52"1
2. Nadezhda Skardino (Blr) 0 +8"7
3. Iryna Kryuko (Blr) 0 +22"6 
4. Anais Bescond (Fra) 1 +23"5
5. Hilde Fenne (Nor) 1 +26"5
6. Yuliia Zhuravok (Ucr) 0 +26"6
7. Darya Domracheva (Blr) 1 +28"7 
8. Valj Semerenko (Ucr) 1 +36"5 
9. Olena Pidrushna (Ucr) 1 +40"2 
10. Lisa Vittozzi (Ita) 0 +48"9 

12. Dorothea Wierer (Ita) 1 +54"7 
38. Alexia Runggaldier (Ita) 0 +1'57"0 
60. Federica Sanfilippo (Ita) 2 +2'59"7

Ordine d'arrivo sprint maschile Sjusjoen (Nor):
1. Martin Fourcade (Fra) 0 24'20"6
2. Erlend Bjoentegaard (Nor) 0 +13"2
3. Johannes Boe (Nor) 2 +27"6
4. Lukas Hofer (Ita) 0 +30"4
5. Tarjei Boe (Nor) 1 +44"8
6. Benjamin Doll (Ger) 1 +58"2
7. Lars Birkeland (Nor) 1 +1'01"1
8. Fredrik Gjesbakk (Nor) 2 +1'10"1
9. Johannes Kuhn (Ger) 2 +1'13"1
10. Erik Lesser (Ger) 0 +1'13"9

11. Dominik Windisch (Ita) 1 +1'14"9
21. Thomas Bormolini (Ita) 0 +1'39"5

fisi.org

19/11/2017
I salti di Welponer emozionano Milano: Big Air finisce in gloria. L'azzurro Ŕ sesto. Vittoria allo svizzero Elias Ambuehl e alla francese Coline Ballet Baz

Risultati immagini per big air milano

I salti di Welponer emozionano Milano: Big Air finisce in gloria

L’altoatesino rivelazione della Coppa del Mondo di Freeski: alla fine è sesto, ma valeva il podio. Le vittorie dello svizzero Elias Ambuehl e della francese Coline Ballet Baz suggellano un evento di grande fascino

Una lunga giornata piena di atmosfera, di musica, di emozioni. Big Air Milan ha concluso stasera un doppio weekend di passione al Parco EXPerience di Milano, di nuovo affollato da migliaia di spettatori come non accadeva dai tempi dell’Expo. La prova d’apertura di Coppa del Mondo FIS di Big Air Freeski ha regalato spettacolo, esattamente come sette giorni fa con lo Snowboard, decretando il successo di un evento che Milano in soli due anni ha adottato con grande slancio, e che all’ombra dell’Albero della Vita ha trovato una scenografia perfetta.

Proprio come nella prova di Snowboard della scorsa settimana, da Big Air Milan giungono ottime notizie per la giovane nazionale italiana. Dopo l’exploit di Alberto Maffei sulla tavola – con un settimo posto che gli ha spianato la strada per le Olimpiadi coreane - è arrivato nel freeski l’acuto di Ralph Welponer, 20enne di Ortisei, che in qualificazione ha sfoderato i punteggi migliori della sua carriera, approdando di slancio in finale con il secondo miglior risultato.

Per niente intimorito da una sfida a così alto livello, Welponer in finale ha superato un avvio incerto, con una seconda esecuzione perfetta che lo ha portato dritto in zona podio. “Caricato” dal boato della folla prima del balzo decisivo, Ralph ha purtroppo mancato una medaglia ormai a portata di mano fallendo l’atterraggio, ed ha così dovuto accontentarsi del sesto posto.

Il verdetto della finale ha sorriso agli svizzeri: vittoria a Elias Ambuehl che ha sovvertito i pronostici tutti a favore del suo compagno di squadra Andri Ragettli, stavolta terzo; tra i due elvetici uno svedese sul podio, Hugo Burvall, battuto per appena un punto. “Non me l’aspettavo – ha dichiarato il vincitore – sono il primo ad essere sorpreso, ma le gare sono così. Il feeling era davvero molto buono, anche se il secondo salto di finale non è stato perfetto, per fortuna ho recuperato alla grande con il terzo. Splendida serata davvero, qui a Milano”.

“Mi sono infortunato alla caviglia solo 8 settimane fa, mai avrei pensato di tirare fuori una gara del genere – ha raccontato Ralph Welponer, fra un autografo e un abbraccio della famiglia e della fidanzata Lea, arrivati dall’Alto Adige - però dopo i primi salti mi sono sentito bene, sicuro, e mi sono gasato. Non credevo di avere tutti questi punti nelle gambe, mi sono superato, riuscendo ad esprimere al meglio il mio Double Cork 1440, purtroppo è mancato qualcosa al trick in switch per salire sul podio. Ma è e resta la giornata più bella della mia vita sportiva: ora l’Italia sa di avere un altro freeskier da podio, oltre a Silvia Bertagna”.

All’azzurra non è andata altrettanto bene nella gara femminile. Reduce dal serio incidente al ginocchio occorsole in primavera, l’atleta gardenese, vincitrice nel Big Air l’anno scorso a Moenchengladbach, la Bertagna stavolta non è andata oltre l’ottavo posto nella batteria. Bella comunque la finale femminile in cui l’elvetica Giulia Tanno – 19enne biondina di Lenzerheide, il cui nome tradisce chiare origini italiane – è stata l’indiscussa protagonista, salvo poi prendere troppi rischi nell’ultimo balzo che l’ha relegata al terzo posto alle spalle francese Coline Ballet Baz e della norvegese Johanne Killi.

Coline è arrivata al successo un po’ più tardi delle sue giovanissime avversarie avendo dato precedenza agli studi di scienze politiche, ma questo non gli sta impedendo di prendersi ora, a 25 anni, grandi soddisfazioni. “Adoro Milano – ha detto la francese a fine gara – questa è una gara fantastica. Per me la stagione non poteva cominciare meglio, già in qualificazione mi ero sentita a mio agio. In finale ho proseguito nella serie positiva, anche se il secondo salto non è stato impeccabile. Posso davvero essere contenta di me”.

Al di là di vincitori e vinti, alla fine tutti contenti per lo spettacolo, anche l’ex campione di slalom Giorgio Rocca, colpito dalle acrobazie dei protagonisti. E’ finita tra grandi sorrisi e tanta allegria, cantando e danzando fino a tarda ora al concerto di Baby K. Tenera è la notte, a Milano.

bigairmilan.com/news

17/11/2017
Goggia, Fill e Paris in lizza per i "Gazzetta Sport Awards" di martedý 12 dicembre a Milano

Sono tre gli sciatori italiani presenti fra gli ottanta candidati in lizza per i "Gazzetta Sport Awards", in programma a Milano martedì 12 dicembre, dove verranno premiati gli sportivi dell'anno fra otto categorie in base ai voti dei lettori del quotidiano. Sofia Goggia è stata inserita nelle categorie "Donna dell'Anno" e "Exploit dell'Anno", mentre Peter Fill e Dominik Paris concorrono per la "Performance dell'Anno". E' possibile far pervenire la propria preferenza sul sito www.sportsawards.gazzetta.it
La prima fase, già partita e aperta fino alle 23.59 di mercoledì 29 novembre, è quella della scrematura, per selezionare le candidature. Dalle dieci iniziali per ogni categoria fino alle tre finaliste che si giocheranno la corona. Se la giocheranno con una seconda fase di votazioni al via il 1° dicembre, fino alle 23.59 di lunedì 11 dicembre.

fisi.org

16/11/2017
GP Italia seniores a Solda, primo gigante vinto da Alex Hofer davanti a Gualazzi e Fantino

Si è disputata a Solda (Bz) la prova prova del circuito del Gran Premio seniores maschile, riservato agli atleti che non fanno parte di squadre nazionali e che mette in palio un posto nelle squadre della stagione 2018/19. In programma c'era un gigante che ha registrato il successo di Alex Hofer (Fiamme Gialle), il quale ha concluso le due manches con il tempo complessivo di 1'48"48. Alle sue spalle nella graduatoria di giornata gli austriaci Maximilian Lahnsteiner e Adrian Pertl, mentre la classifica del torneo vede al secondo posto del piemontese Michele Gualazzi (Ski Team Cesana) e al terzo l'altro piemontese Antonio Fantino (Centro Sportivo Carabinieri). Sulla stessa pista è andato in scena anche un gigante femminile Fis che ha registrato il successo della piemontese Veronika Calati (Ski Team Cesana) in 1'56"12 davanti all'emiliana Giulia Tintorri (Riolunato) con un vantaggio di 39", terza l'austriaca Anna Gruenauer a 1"06.   

Fisi.org

16/11/2017
GRAN PREMIO ITALIA SCI ALPINO CALENDARIO E CLASSIFICHE 2017-2018



Il circuito 2017/2018 si articola in un circuito di gare (FIS) maschili e femminili utili alla Direzione Agonistica per la selezione degli atleti nelle squadre nazionali 2018/2019.
Nelle graduatorie non vengono considerati gli atleti già inseriti nelle squadre nazionali 2017/2018.
Il titolo di Campione Italiano Giovani, maschile e femminile, assegna un valore pari a punti 120 (maggiorazione 20%) nel Gran Premio Italia Junior nel caso in cui l’atleta abbia vinto davanti agli atleti nelle squadre nazionali.

Scarica il Criterio di Selezione Squadre Nazionali 2017/18

Per il Gran Premio Italia GIOVANI sono considerati gli atleti negli anni dal 1997 al 2001.
Il circuito è articolato in 20 gare rispettivamente per il settore maschile e il settore femminile con l’attribuzione dei punti secondo tabella di Coppa del Mondo. Gli atleti dei primi due anni (2000 e 2001) avranno una maggiorazione del 10% del punteggio di ciascuna gara.

Slalom Gigante (GS) – 6 gare – sono considerati i 4 migliori punteggi acquisiti
Slalom (SL) – 6 gare – sono considerati i 4 migliori punteggi acquisiti
Super Gigante (SG) – 3 gare – sono considerati i 2 migliori punteggi acquisiti
Discesa (DH) – 3 gare – sono considerati i 2 migliori punteggi acquisiti
Combinata Alpina (AC) – 2 gare – è considerato il miglior punteggio acquisito (questa specialità concorre solo per la graduatoria assoluta)

Classifica Assoluta 

 

Classifica Assoluta 
- GIOVANI FEMMINILE GENERALE ASSOLUTA 
- GIOVANI MASCHILE GENERALE ASSOLUTA

Classifica Slalom Gigante
- GIOVANI FEMMINILE GS 
- GIOVANI MASCHILE GS

Classifica Slalom
- GIOVANI FEMMINILE SL 
- GIOVANI MASCHILE SL

Classifica Prove Veloci (Discesa + Super Gigante)
- GIOVANI FEMMINILE prove veloci 
- GIOVANI MASCHILE prove veloci

Per il Gran Premio Italia ASPIRANTI sono considerati gli atleti nati negli anni 2000 e 2001.
Il circuito è articolato in 15 gare rispettivamente per il settore maschile e il settore femminile con l’attribuzione dei punti secondo tabella di Coppa del Mondo

Slalom Gigante (GS) – 4 gare 
Slalom (SL) – 4 gare 
Super Gigante (SG) – 3 gare 
Discesa (DH) – 3 gare 
Combinata Alpina (AC) – 1 gara

Classifica Assoluta – tutte le gare vengono prese in considerazione 

- ASPIRANTI FEMMINILE GENERALE 
- ASPIRANTI MASCHILE GENERALE

Per il Gran Premio Italia SENIOR sono considerati gli atleti dal 2001 e anni precedenti.
Il circuito è articolato in 24 gare per il solo settore maschile con l’attribuzione dei punti secondo tabella di Coppa del Mondo

Slalom Gigante (GS) – 8 gare – sono considerati i 5 migliori punteggi acquisiti
Slalom (SL) – 8 gare – sono considerati i 5 migliori punteggi acquisiti
Super Gigante (SG) – 3 gare – sono considerati i 2 migliori punteggi acquisiti
Discesa (DH) – 3 gare – sono considerati i 2 migliori punteggi acquisiti
Combinata Alpina (AC) – 2 gare – è considerato il miglior punteggio acquisito (questa specialità concorre solo per la graduatoria assoluta)

Classifica Assoluta 
SENIOR MASCHILE aggiornata al 16-11-2017

Graduatoria per Società
Vincitrice del Gran Premio Italia è la società che ha totalizzato il miglior punteggio determinato dalla somma dei punti acquisiti dai 3 migliori atleti in ogni gara del Gran Premio Italia Senior

- CLASSIFICA GPI SENIOR MASCHILE GRADUATORIA SOCIERA' 

CALENDARIO 2017-2018
Generale Maschile aggiornato al 02-11-2017
Generale femminile aggiornato al 02-11-2017
Calendario Children aggiornato al 31-10-2017 


GRAN PREMIO ITALIA 2017-2018 elenco tracciature femminile al 18-10-2017
GRAN PREMIO ITALIA 2017-2018 elenco tracciature maschile al 16-10-2017


Fisi.org

13/11/2017
Muore in allenamento David Poisson, lo sci Ŕ in lutto. La FISI si stringe alla famiglia e alla Federazione francese

 

Lo sci mondiale è in lutto e sotto shock per la notizia rimbalzata dal Canada, dove le nazionali sono in allenamento prima delle gare di Lake Louise, confermate proprio questa sera. David Poisson, 35 anni, è caduto malamente durante una sessione di allenamento a Nakiska, ed è morto sul colpo. Non ci sono altri dettagli sul terribile incidente.

A dare la notizia è la Federazione francese con un messaggio del presidente, Michel Vion, e del direttore tecnico, Fabien Saguez: "Siamo devastati dalla notizia. Tutta la federazione è vicina alla famiglia in questo momento difficile".

Poisson aveva vinto una medaglia di bronzo mondiale a Schladming, nel 2013, proprio in discesa, dietro a Svindal e Paris. A Santa Caterina, i tifosi italiani lo ricordano sul podio nella discesa del 2015.

Il Presidente federale, Flavio Roda, tutto il Consiglio federale, gli atleti, i tecnici e lo staff della FISI si stringono alla famiglia in lutto e sono particolarmente vicini alla Federazione francese, in questa giornata così dolorosa.

 

La FISI di Bergamo si unisce al dolore della nazionale francese per la perdita dell'atleta David Poisson.
Da prime notizie, Poisson sarebbe morto in seguito a una caduta in allenamento di discesa.
RIP
#fisibg

Anche la FISI di Bergamo si unisce al grande dolore della famiglia e della nazionale francese.

 

12/11/2017
Sci Alpino: Felix Neureuther vince slalom Cdm a Levi

Il tedesco Felix Neureuther ha vinto lo slalom speciale di Coppa del mondo di sci alpino a Levi, con il tempo di 1.42.83. Secondo il norvegese Henrik Kristoffersen in 1.43.20 e terzo lo svedese Matthias Hargin in 1.43.28. Deludente l'Italia con due soli azzurri in classifica: Manfred Moelgg, che a Levi era stato terzo l'anno scorso, ha chiuso 9/o in 1.43.73 mentre Stefano Gross e' finito 18/o in 1.44.17. Nella prima manche non si era qualificato Giuliano Razzoli, quarantesimo a 1.86. Alex Vintazer, primo anno in azzurro nel gruppo Coppa Europa e all’esordio in Coppa del Mondo, chiude con distacco buono: 2.25 dall’inglese che guidava la prima frazione. Il giovanotto altoatesino ha fatto meglio di Riccardo Tonetti e Tommaso Sala. Deragliati nella prima manche Patrick Thaler e Simon Maurberger.

La Coppa del mondo si sposta ora in Nord America dove si tornera' a gareggiare tra due settimane, il 25 ed il 26 novembre: gli uomini in Canada, a Lake, Louise con discesa e Super-G e le donne a Killington, negli Usa, con gigante e slalom.

11/11/2017
Slalom femminile Levi, Shiffrin si inchina alla Vlhova. Moelgg si conferma la migliore delle azzurre. Sfortunata la nostra Roberta Midali ...

 

Il podio dello slalom di Levi, come nella passata stagione, si conferma occupato da Mikaela Shiffrin, Petra Vlhova e Wendy Holdener. Quest'anno però è la slovacca a imporsi sulle avversarie a differenza del 2016 quando fu la Shiffrin a trionfare. Vlhova, conquista così il terzo successo in carriera in una tappa di Coppa del mondo di slalom. Decisiva una seconda manche magistrale che l'ha portata dalla seconda alla prima posizione. A farne le spese è una Mikaela Shiffrin non ancora al top della forma, in ritardo di 10 centesimi al traguardo. Sul gradino più basso del podio la svizzera Wendy Holdener che non trova il primo successo in carriera nello slalom. Da sottolineare la superprestazione di Melanie Meillard: l'elvetica classe 1998 ha guadagnato 6 posizioni nella seconda parte di gara, piazzandosi quinta alle spalle della svedese Frida Hansdotter. Addirittura 15 le atlete rimontate dalla norvegese Holtmann, quindicesima al traguardo finale.  

Per quanto riguarda le azzurre, Manuela Moelgg, dopo il terzo posto di due settimane fa a Soelden, si conferma la migliore delle italiane anche sulla Black Levi. La 34enne, 29esima nella prima manche, compie un bel salto in avanti nella seconda parte di gara grazie al decimo tempo di frazione e si piazza 22esima con il totale di 1:54.21. Percorso inverso per Chiara Costazza, 22esima dopo la prima discesa e al termine 28esima con 1:54.53. Fuori dalla top 30 e quindi non qualificate alla seconda manche le altre italiane. 1:00.15 è il tempo di Federica Sosio che è valsa la 45esima posizione, con una discreta prima parte di manche. L'ultima azzurra in classifica è Roberta Midali, 54esima al termine della prima, sfortunata a urtare un palo dopo pochi metri dalla partenza che l'ha costretta a sciare con la maschera spostata, senza la visibilità non ottimale. La giovane azzurra ha fatto registrare un ritardo di +5.56 dalla testa della classifica della prima manche.

Irene Curtoni non ha preso parte alla gara. L'azzurra soffre di un problema alla schiena e non sono bastate le terapie di ieri sera e questa mattina.

Fisi.org

 

11/11/2017
Tripletta Usa a battezzare l'edizione 2017 del Big Air di Milano. Ottimo Alberto Maffei, settimo, al miglior risultato in carriera

 

È dominio a stelle e strisce nella finale del Big Air di snowboard nel City Event di Milano. Chris Corning non lascia dubbi sulla sua leadership e va a vincere con 182,75 punti, davanti ai connazionali Redmond Gerard, con 163 punti, e Kyle Mack, con 161,50 punti. Ottimo quarto posto in recupero per il canadese Antoine Truchon, mentre è quinto il belga Seppe Smits. Bella gara, la migliore della carriera, per l'azzurro Alberto Maffei, 22enne di Pinzolo, sin qui al massimo 22/o nel Big Air dello scorso anno ad Alpensia, in Corea. Maffei strappa un'eccellente qualificazione grazie ad un ben eseguito backside 1440 Triple Cork, che riporta in Finale ottenendo ancora un buon punteggio da una giuria molto attenta all'esecuzione pulita dei trick. Maffei non riesce ad ottenere lo stesso alto punteggio sul secondo trick, che poi replica anche nella terza run, e chiude al settimo posto con 136,25 punti totali. Fuori nelle qualificazioni gli altri azzurri impegnati.
Nel prossimo fine settimana, l'appuntamento con il Big Air del freeski richiamerà atleti e pubblico sempre nell'Arexpo, per un'altra kermesse di grande spettacolo sportivo, sotto l'Albero della Vita.

 

           

 
   

FISI Bergamo su Facebook FISI Bergamo su YouTube


Federazione Italiana Sport Invernali - Comitato di Bergamo
Via Gleno 2/L - 24125 Bergamo
info@fisibergamo.it - tel. 331.8803959


Cookie policy - Privacy policy