Italia gigante a Soelden: trionfa la Bassino, Brignone seconda

17 Ottobre 2020

Si parte con una festa azzurra. Marta Bassino prima, Federica Brignone seconda, una rediviva Sofia Goggia sesta: il gigante femminile di Soelden esalta la banda Rulfi e urla al mondo che quest’anno bisognerà fare i conti con l’Italia, e non solo per la classifica di specialità. Si è gareggiato senza pubblico per le restrizioni legate al Covid ed è un peccato, perché avremmo preferito sentire il boato dei tanti italiani che salgono sempre in Austria per la prima gara stagionale. Ma i tempi sono questi e la festa va fatta comunque. Non c’era Mikaela Shiffrin, ma Petra Vlhova completa il podio e lo nobilita con una straordinaria rimonta nella seconda manche, pagando comunque 1”14 dalla piemontese. Marta è alla seconda vittoria in carriera dopo il gigante di Killington del 2019, dove pure aveva preceduto la futura vincitrice della Coppa del Mondo. È la quattordicesima doppietta al femminile per le azzurre in Coppa del Mondo, la sesta in gigante.

Marta nella prima manche è eterea. Nonostante la pessima visibilità nella parte alta non sbaglia un appoggio, doma il terribile muro del Rettenbach senza quasi alzare neve, al traguardo da 58/100 a Federica, 92/100 alla norvegese Holtmann e più di un secondo a tutte le altre. Nella seconda, resa più difficile da qualche scalino, riesce comunque a difendersi sul muro e a mantenere il vantaggio anche nel tratto finale, più pianeggiante e quindi meno adatto alle sue caratteristiche, lì dove invece Federica aveva spinto di più. “Sono felicissima - racconta la 24enne piemontese -. Nella prima manche avevo trovato buone sensazioni, tutto mi era riuscito molto naturale. Nella seconda è stata più tosta, soprattutto sul muro, ma ho cercato di spingere il più possibile. Ero fiduciosa, ma trasferire questa fiducia in gara di dà una consapevolezza che sarà utile per la stagione. Cercherò di mantenere alto il livello. Dedico la vittoria alle persone che mi vogliono bene ma anche alle persone della mia terra, a Limone Piemonte e alle altre zone colpite dall’alluvione”.

Ordine d'arrivo GS femminile CdM Soelden (Aut):
1. (1). Marta Bassino ITA 2'19"69
2. (2). Federica Brignone ITA +0"14
3. (10). Petra Vhlova SVK +1"13
4. (4). Michelle Gisin SUI +1"30
5. (3). Mina Fuerst Holtmann NOR +1"75
6. (8). Sofia Goggia ITA +2"47
6. (13). Meta Hrovat SLO +2"47
8. (6). Lara Gut-Behrami SUI +2"56
9. (14). Tessa Worley FRA +2"79
10. (17). Paula Moltzan USA +2"81
11. (25). Andrea Ellensberger SUI +3"54
12. (4). Alice Robinson NZL +3"65
13. (22). Romane Miradoli FRA +3"69
14. (18). Sara Hector SWE +3"71
15. (21). Nina O'Brien USA +3"83
15. (11). Katharina Truppe AUT +3"83
17. (9). Stephanie Brunner AUT +3"96
18. (24). Ekatierina Tkachenko RUS +4"78
19. (19). Ramona Siebenhofer AUT +4"90
20. (27). Ester Ledecka CZE +5"04
21. (26). Ana Bucik SLO +5"37
22. (20). Priska Nufer SUI +5"39
23. (30). Kaja Norbye NOR +5"69
24. (16). Franziska Gritsch AUT +6"05
25. (29). Valerie Grenier CAN +6"10
26. (7). Wendy Holdener SUI +7"28
27. (28). Alex Tilley GBR +8"09

Non qualificate per la seconda manche:
40. Lara Della Mea ITA
43. Laura Pirovano ITA
43. Roberta Melesi ITA
52. Valentina Cillara Rossi ITA
58. Luisa Bertani ITA
61. Ilaria Ghisalberti ITA

  • Gazzetta.it